ITALIANO  ENGLISH   

  • scegli tra


Ricerca avanzata

Università degli Studi di Siena

DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE E DEI BENI CULTURALI

Coordinatore: Davide Lacagnina
Progetto informatico: Giulio Andreoletti , Andrea Ficini
Comitato scientifico: Massimo Bignardi , Davide Lacagnina , Luca Quattrocchi
Collaboratori: Livia Spano , Gabriella Bologna , Margherita Cavenago , Martina Marolda


Il lavoro di ricerca, dedicato all´approfondimento dell´attività critica e istituzionale di Vittorio Pica (Napoli, 1862-Milano, 1930), sarà svolto presso il Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali dell´Università degli studi di Siena e sarà strutturato negli ambiti di competenza specialistica dei componenti dell´Unità - storia dell´arte contemporanea (Prof. Bignardi), storia dell´architettura contemporanea (Prof. Quattrocchi e Dott.ssa Spano) e storia della critica d´arte contemporanea (Dr. Lacagnina) - in cui puó essere utilmente suddivisa l´attività critica di Pica.

All´interno di questi filoni d´indagine verranno poi articolati ulteriori segmenti d´interesse, per aree tematiche (movimenti e correnti artistiche, fenomeni del gusto, ambiti di intervento creativo, storia del collezionismo, storia delle istituzioni culturali, storia dell´editoria), geografiche (la situazione italiana, l´Europa dell´Est, i Paesi scandinavi, l´Europa continentale e mediterranea, le Americhe, l´Oriente e il Giappone, l´Africa e l´Oceania, relativamente agli interessi per l´arte primitiva e per il japonisme) o di continuità storico-critica e teorica (arte e letteratura, critica d´arte e teoria della ricezione, cinema e fotografia, architettura e decorazione, allestimenti museali, design grafico e proto-design).

La ricerca si propone, in prima battuta, una capillare ricognizione bibliografica e archivistico-documentale dell´attività di Pica: dallo spoglio e ricostituzione della bibliografia di critica artistica su quotidiani e riviste italiane e straniere, cataloghi di mostre e volumi monografici, alla mappatura dei fondi archivistici pubblici e privati in cui si conservano materiali relativi all´attività critica e istituzionale in Italia e all´estero. Allo spoglio dei materiali farà seguito la selezione e l´acquisizione, tramite scansione digitale, di quelli ritenuti di maggiore interesse, rispetto alle principali linee d´indagine che il progetto intende perseguire, per procedere quindi alla rielaborazione dei dati cosí raccolti ai fini di una loro organizzazione e presentazione coerente su piattaforma informatica a beneficio di ulteriori possibilità d´indagine, rispetto alla centralità della figura di Pica nel sistema dell´arte in Europa fra Otto e Novecento e alla molteplicità degli attraversamenti che essa sollecita su più livelli d´interesse.

La ricostituzione puntuale della bibliografia e dell´attività critica e istituzionale di Pica viene a colmare la lacuna che esiste, nella storiografia sul Simbolismo, di una voce aggiornata che restituisca spessore e contributo della specifica situazione italiana al dibattito internazionale. L´approfondimento della figura di Pica consente, in maniera emblematica, di integrare arte moderna, critica d´arte, storiografia, collezionismo e contesti storici in un sistema di relazioni in cui meglio comprendere e definire una linea "altra" dell´arte moderna europea, fra simbolismo e prime ricerche d´avanguardia.

Oggi al centro di un rinnovato interesse, pittori e scultori fin-de-siècle appaiono estremamente significativi per diramare e comprendere meglio le complesse vicende delle avanguardie storiche in Italia e in Europa, nel dispiegarsi storico dei loro svolgimenti, in relazione alle precedenti proposte artistiche e alle esperienze di formazione che sono state alla base di scelte poi ben più radicali nei decenni a seguire.

Le ricerche dell´Unità senese si pongono in continuità con i lavori intrapresi nell´ambito del PRIN 2005 "Tracce di presenze europee nell´arte italiana fra secondo Ottocento e primo Novecento (opere e testi)", coordinatore scientifico nazionale Prof. Enrico Crispolti, Università degli studi di Siena.

Relativamente a Pica, gli obiettivi che ci si propone di perseguire in questa sede, integrano e completano il progetto di ricerca biennale "Vittorio Pica, critico ´d´eccezione´. Arte moderna e istituzioni culturali in Italia", coordinatore Dr. Lacagnina, finanziato dalla Fondazione CARITRO (Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto), in collaborazione con il MART di Rovereto, l´Archivio storico della Galleria internazionale d´arte moderna di Ca´ Pesaro e l´Università degli studi di Siena.

All´Unità di ricerca hanno aderito formalmente anche la Prof. Rossella Froissart (Aix-Marseille Université), il Prof. Jordi Ibáñez Fanés (Universitat Pompeu Fabra, Barcelona) e il Prof. Ara H. Merjian (New York University).

 


 

Miur

 Scuola Normale Superiore Pisa    Universitàdegli Studi di Genova

Universitàdegli Studi di SienaUniversitàdegli Studi di Udine